PADOVA CARRARESI e PADOVA SAN PELAGIO a favore della parte fragile della Societa’

PADOVA CARRARESI e PADOVA SAN PELAGIO a favore della parte fragile della Societa’

26 giugno 2016 0 Di

Il programma condiviso tra LC Padova Carraresi e Lc Padova San Pelagio ha permesso l’acquisto degli arredi per una stanza dell’Opera Magnificat Casa Romana di Padova. L’ Associazione “OPERA MAGNIFICAT CASA MAMMA ROMANA” è una organizzazione benefica, dedicata a Romana Giacomelli Schiavon (1896-1979), eroica partigiana e fondatrice dell’opera Magnificat (1930) dedita al recupero di donne in difficoltà. La Casa di accoglienza è ricavata negli spazi interni del I° Bastione del Moro, in via Citolo da Perugia, 58. All’ingresso compare una bella frase che Mamma Romana amava ripetere parlando della sua opera: “Qua se rancura quei che i altri trascura”
La struttura ancora oggi in città si occupa di accoglienza di donne in stato di disagio, seguendo il motto della fondatrice.
La Stanza sarà dedicata alla memoria della Socia Gabriella Degan Salvò, che tanto si è spesa a favore della parte fragile della nostra società. Gabriella in particolare ha sostenuto l’Opera Magnificat Casa Romana con impegno e abnegazione. E’ vivo nelle socie il ricordo dei suoi racconti sulle necessità economiche, ma soprattutto sulla necessità di comprensione e calda accoglienza nei confronti di donne provate da esperienze difficili di disagio, se non di violenza.
Gli arredi sono stati acquistati con il ricavato della festosa serata di “Halloween 2015: Fino all’ultima goccia” durante la quale è stata battuta all’asta una selezione di vini. L’Asta è stata magistralmente condotta dal Cerimoniere LC Padova San Pelagio Alvise Cappello coadiuvato dalla Cerimoniera LC Pd Carraresi Liliana Bonetto.
Per sottolineare l’intenzione di lasciare alla Struttura un ricordo tangibile di Gabriella in occasione del primo anniversario della sua scomparsa, la stanza è stata consegnata con una cerimonia semplice, ma significativa, il 15 giugno 2016.

Gabriella Salviulo

Condividi con noi: